in Altro

Rio 2016: la prestazione degli Azzurri (atleti) e dell’Italia (tutta)

L’Italia è la nona potenza sportiva al mondo. E’ questo il bilancio che emerge dal medagliere delle Olimpiadi di Rio 2016‬.

Medagliere RIO 2016

Un bilancio molto positivo, considerando che i primi posti sono occupati da Stati Uniti, Regno Unito e Cina che hanno una popolazione maggiore e quindi una maggiore possibilità di mandare alle Olimpiadi atleti migliori.

E’ giusto rendere merito ai nostri atleti e al CONI. In questo caso parlano i risultati.

Eppure io vorrei concentrarmi su un aspetto. Anzi su due.

Il primo aspetto è quello delle innumerevoli medaglie di cartone (ossia i 4° posti) prese o, ancora, di tutte le medaglie sfumate per una serie di situazioni o, infine, di tutte quelle medaglie che avrebbero potuto avere una colorazione superiore (bronzi in argenti ed argenti in ori).
Lo sport‬ è anche questo, eppure così tante sbavature, dal mio punto di vista, sono da attribuire a fattori endogeni che probabilmente hanno inciso (seppur di poco, ma a quei livelli il poco è un oceano) su alcune prestazioni. La presenza del nostro Primo Ministro all’inaugurazione della manifestazione nell’aspettativa di festeggiare la 200° medaglia d’oro dell’Italia alle Olimpiadi (eventualità non verificatasi, nonostante Nibali nel ciclismo e la Fiammingo nella spada partivano favoriti) rafforza questo mio punto di vista.

Il secondo aspetto riguarda il materiale tecnico degli Azzurri. Non me ne voglia nessuno, ma la tuta di Emporio Armani, Milano, per me è stato un cazzotto nello stomaco durante tutti gli inni italiani. Sebbene sia assolutamente d’accordo sulla sponsorizzazione delle attività sportive, in questo caso mi è sembrato che si sia andati un po’ oltre il buon senso. Questo aspetto secondo me non è indipendente dall’aspetto uno: sono due lati della stessa medaglia, è proprio il caso di dire!

Oh, quasi dimenticavo. Non riesco ancora a capire del perché l’Italia sia, tra gli stati occidentali, quello che paga più di tutti gli atleti per le medaglie conquistate (quasi 3 volte in più rispetto a Francia e Russia, 7 volte in più rispetto agli US, 9 volte rispetto alla Germania ed, addirittura, infinite volte in più rispetto alla Gran Bretagna che dà compenso 0 agli atleti che vincono le medaglie).

Compensi Medaglia Oro RIO 2016

E, se proprio la vogliamo dire tutta, per valutare realmente a 360° la prestazione degli Azzurri, sarebbe opportuno analizzare altri fattori: per esempio, quanto è il numero di medaglie rispetto al numero totale di abitanti; oppure il numero di medaglie rispetto agli atleti in gara; o, ancora, il numero di medaglie rispetto al PIL. Certe analisi sono state già approfondite da qualcun altro che lo ha fatto molto meglio di me. Se, invece, volete vedere voi stessi come sarebbe il medagliere al variare di questi fattori, divertitevi cliccando su questo link.

Insomma, Viva Lo SportViva Gli Azzurri‬ e l’ Italia Team.
Consentitemi però di osservare che nelle Istituzioni italiane, di qualsiasi tipo, di sportivo non vedo proprio niente.

Share